Arrivano delle importanti novità per i collegamenti autostradali bolognesi, notizie che riguardano la data di sblocco per il Passante Bolognese.

La Conferenza dei servizi per il Passante avverrà nella prima settimana di marzo, ciò significa che il cantiere sarà attivato approssimativamente questa estate. Il progetto preliminare prevede l’ampliamento del sistema esistente mediante la realizzazione di una piattaforma a 3 corsie per senso di marcia sia sull’A14 sia sulla complanare e l’espansione a 4 corsie nel tratto più carico, tra lo svincolo 6 Castelmaggiore e lo svincolo 8 Fiera. Il gruppo di lavoro, coordinato da Autostrade per l’Italia, è costituito dalla società di progettazione Spea Engineering S.p.A.

Le buone notizie per Bologna non finiscono qui, questa settimana il Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, si è riunito questa mattina presso la sede del MiBACT e ne ha deliberato la presentazione alla Lista del Patrimonio Mondiale per il 2020 con esito finale nel 2021.

In particolare oggetto di candidatura sono i 62km di portici della città localizzati sia nel pieno centro storico che nelle aree periferiche. Nati e rimasti tuttora come proprietà privata per uso pubblico, i portici vengono riconosciuti come un elemento identificativo della città di Bologna, sia dalla comunità che dai visitatori, e sono un punto di riferimento per uno stile di vita urbano sostenibile, in cui gli spazi religiosi e civili e le abitazioni di tutte le classi sociali sono perfettamente integrate.

Questa notizia è sicuramente motivo di orgoglio per Bologna e il nostro paese, la candidatura mette in evidenza il valore universale del portico come elemento architettonico, culturale e identitario.

In attesa di nuovi aggiornamenti vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!