L’8 Settembre 2021 è partito il cantiere, con la posa delle prima pietra, del City Wave a Milano i due edifici che creeranno un portale a forma di onda, una sorta d’ingresso al City Life. Il termine dei lavori è previsto per il 2025.

Questo building direzionale sarà uno dei principali esempi di rigenerazione urbana in Europa, infatti si tratterà del primo edificio ad uso uffici a superare l’impatto zero, concepito per consumare il 45% in meno di energia rispetto allo standard, con un risparmio di 520 tonnellate l’anno di CO2. Gli edifici denominati East e West saranno alimentati esclusivamente da fonti rinnovabili. Gli edifici prevedono un rivestimento in pannelli fotovoltaici, costituendo così il parco fotovoltaico più grande di Milano e uno dei più grandi parchi fotovoltaici urbani in Italia, con una superficie di circa 11.000mq di pannelli, in grado di fornire una produzione di energia stimata in 1.200 MWh l’anno, grazie a una potenza installata che sfiora i 2 MWh.

Al taglio del nastro sono stati presenti il Sindaco di Milano Beppe Sala, Aldo Mazzocco, Amministratore Delegato di Generali Real Estate SpA e Presidente di CityLife, Armando Borghi, Amministratore Delegato di CityLife Milano e Bjarke Ingels, Founding Partner di BIG-Bjarke Ingels Group, e con la partecipazione di  Gabriele Galateri di Genola, Presidente di Assicurazioni Generali Italia.

Gli spazi delle torri saranno così organizzati: i due edifici saranno uniti da un tetto che, come suggerisce il titolo, avrà la forma di un’onda.  Il City Wave West si svilupperà su 20 piani fuori terra, di cui 17 a uso uffici, tre a ristorante-sky bar e un piano tecnico; invece il CityWave East si svilupperà su 10 piani fuori terra, oltre al piano terra, di cui 9 a uso uffici.  Al piano terra e al primo l’edificio si prevede un atrio con giardino d’inverno e servizi comuni; infine al decimo piano troverà spazio una terrazza panoramica con affaccio sul centro della città.

Nell’attesa di aggiornamenti vi diamo appuntamento ad un prossimo aritcolo!