La scorsa settimana si è tenuto un incontro importante sulla rete Ten-T, il tramite che collegherà l’Italia e l’Europa. Si tratta di un cantiere simbolo della mobilità sostenibile europea ovvero quello della Galleria di Base del Brennero.

Ph: Collini S.p.A

In particolare il Lotto Isarco è stato visitato dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli. Salini Impregilo è particolarmente impegnata nel lotto più meridionale ovvero il Sottoattraversamento del fiume Isarco oltre al lotto Tulfes – Pfons, in Austria.

Il progetto richiede la realizzazione delle opere civili delle due canne principali per un totale di circa 4,3 Km e delle due gallerie di interconnessione che si allacciano alla linea storica, per un totale di circa 2,3 Km.

Presenti a questo incontro sono stati anche i vertici del cliente Brenner BasisTunnel BBT SE e l’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile, insieme ad esponenti della Comunità Europea che cofinanziano il progetto. La delegazione ha completato un sopralluogo nelle aree di lavoro, con uno stato di avanzamento complessivo del 70%.

Ph: Collini S.p.A

Per il fronte italiano Salini Impregilo, assieme alle imprese consorziate, sta attualmente procedendo con le opere di consolidamento e scavo delle due gallerie in direzione nord e delle quattro di sottoattraversamento del fiume.

Tali opere sono di grande complessità dato che la galleria dovrà passare al di sotto del fiume Isarco, dell’autostrada A22, della strada statale SS12 e della linea ferroviaria del Brennero, ricompresa nel tratto Monaco-Verona.

Per sottoattraversare il fiume sarà utilizzata anche un’altra particolare tecnica di consolidamento del terreno: il congelamento.Ultimato il consolidamento del terreno con la tecnica del jet grouting, saranno scavati 4 pozzi che permetteranno di raggiungere la quota del tracciato della gallerie, ad una profondità di circa 20-25 metri, da cui sono stati avviati gli scavi in sotterraneo con metodo tradizionale.

La Galleria, una volta ultimata, complessivamente conterà 64 km diventando il collegamento ferroviario in sotterraneo piú lungo al mondo. Questa Galleria rappresenterà, infatti, l’elemento centrale del corridoio Scandinavo-Mediterraneo della rete TEN-T e migliorerà le possibilità di trasporto ferroviario nel cuore dell’Europa.

Nell’attesa di nuovi aggiornamenti vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!