Tangenziale di Como (2012-2015)

Premessa

La Tangenziale di Como fa parte del grande progetto della Pedemontana Lombarda, infatti è un lotto di esso e collega il tratto Como-Chiasso alla cittadina di Como. Tale tratto si sviluppa per circa 9 km, di cui la maggior parte, circa 6 km, in galleria naturale. Le aree attraversate si dispongono a raggiera intorno al passaggio di Camerlata, il grande cono edificato che definisce l’ingresso sud-ovest a Como. Ad ovest la piana di Grandate, segnata dal tracciato del Seveso, è dominata da una forte presenza di insediamenti industriali e da una rete di centri urbani.

I lavori del Gruppo

I lavori iniziati nel 2012 e terminati nel 2015 nascono dalla sinergia del Gruppo Migliaccio con le due ditte committenti Cava di Cusago e Collini. I km di gallerie realizzati sono il frutto dell’impiego di 4 pompe speciali dai 35 mt ai 53 mt di altezza e 10 betoniere.  Il lavoro è stato svolto principalmente nelle ore diurne, solo durante le gettate di cls in galleria è stato preferito il lavoro notturno, le gettate hanno raggiunto anche i 600m di lunghezza. In totale sono stati gettati 300.000 mila metri cubi di cls tra gallerie, sopraelevate, strade e pile. I getti quotidiani erano abbastanza ingenti dai 200-300mc di calcestruzzo.

Fonte: openstreetmaps.org

0
Betoniere
0
Pompe Speciali

Binario Verona-Bologna (Ponte sul Fiume Po)

Opera Precedente

Expo Milano 2015

Opera Successiva