Cookie

Il Gruppo Migliaccio festeggia i 40 anni di attività

>>Il Gruppo Migliaccio festeggia i 40 anni di attività

Il Gruppo Migliaccio festeggia i 40 anni di attività

Non potevamo lasciar passare un evento importante come il quarantesimo anniversario della nostra società.
Come ad ogni anniversario si tirano le somme, si riflette sul passato e si pianifica per il futuro.

Il Gruppo nasce dalla passione che questo lavoro merita, chi ha investito in questo sogno è Camillo Migliaccio, esempio di tenacia, costanza e onestà, valori aziendali alla base delle attività del gruppo. A lui vanno molti meriti per quello che il Gruppo Migliaccio è diventato nel panorama del pompaggio e trasporto del calcestruzzo: il fondatore si è sempre occupato di tutto ciò che riguarda l’operatività del Gruppo, è stato onnipresente durante le operazioni ed ha guidato il gruppo scegliendo le zone in cui investire, le strategie ed i partner commerciali.

 

La partecipazione aziendale si estende alla famiglia: ad accompagnare il titolare, curando l’intero reparto amministrativo aziendale, c’è la moglie. Anche la nuova generazione con il tempo ha iniziato a fare parte dell’attività e ciò è stato possibile trasmettendo i giusti valori di crescita umana e professionale ai figli così che tutti insieme abbiano iniziato a prendersi cura dell’azienda lavorando attivamente per la crescita del Gruppo.

Oggi il Gruppo Migliaccio è una delle più grandi realtà italiane di pompaggio e trasporto del calcestruzzo grazie ai fondatori e alla continuità degli stessi figli.

Ma come si è arrivati fin qui? Spesso ci chiedono di raccontare la nostra storia, ci chiedono da dove abbiamo iniziato e quali sono state le tappe principali del nostro cammino.

L’attività del Gruppo parte negli anni ’70 e con il passare degli anni si è espansa ricercando tessuto economico fiorente e specialmente nel territorio lombardo ed in tutta l’area Centro-Nord. Molte sono le Grandi Opere di queste zone che ci hanno visti in prima linea in collaborazione con partners commerciali, talvolta multinazionali, che sono i principali produttori e distributori di calcestruzzo nonchè le più importanti imprese di costruzione.

 

 

Uno dei nostri primi grandi lavori pubblici nel 1985 è stato il Pompaggio di calcestruzzo per la costruzione della Torre Wind del Centro Direzionale di Napoli. Si trattò di un vero trionfo per l’epoca a causa dei pochi mezzi a nostra disposizione: solo due pompe carrate da 24 metri.

I lavori del Gruppo sono diventati nel corso degli anni sempre più importanti: nel 1995 abbiamo collaborato alla costruzione della TAV sulla tratta Napoli-Roma ed abbiamo eseguito dei lavori per Snam a Portovenere. Nel 1998 abbiamo impiegato molte energie e mezzi in vari progetti nel Comune di Rimini: il Polo Fieristico, la Questura e il Tribunale.

 

 

La collaborazione con operatori altamente specializzati e professionali, insieme al continuo aggiornamento del parco macchine, ha permesso un’evoluzione senza confini: dal 2001 siamo stati molto presenti in Emilia Romagna con la costruzione della linea dell’Alta Velocità, della nuova stazione che ospita i 4 binari della TAV e del parcheggio adiacente la stazione. Dal 2003 abbiamo partecipato ai lavori per la Variante di Valico e nel 2006 eravamo in prima linea per un’altra grande opera: il Ponte sul Po. Le grandi opere in questa zona ci hanno consentito di mantenere a Bologna il nostro Quartier Generale.

Nel 2007 abbiamo partecipato al grandissimo progetto del Mose, una barriera a protezione di Venezia e dell’intera laguna, in particolare il nostro Gruppo è stato presente sull’isola di Chioggia. Da lì a breve sono iniziate altre opere e collaborazioni: partecipiamo alla costurzione della Metro 5 di Milano, del Porto Mirabello di La Spezia, del tratto di linea ferroviaria Pontremolese e dei lavori del tratto autostradale A35 BreBeMi.

 

 

Circa 5 anni fa abbiamo partecipato ai lavori del tratto autostradale TEEM e della tangenziale di Como e siamo stati coinvolti anche in un grande progetto non più italiano, bensì mondiale. Si tratta del progetto di Ampliamento Energetico del Congo, al quale tutto il Gruppo ha partecipato con orgoglio nel contesto capeggiato da Eni, ente finanziatore. Questo come altri lavori è stato seguito dal titolare Camillo in prima persona: il titolare è un operativo a tutti gli effetti.

 

 

Anche il 2013 è stato un anno ricco di grandi opere: abbiamo eseguito trasporto e pompaggio calcestruzzo per la Feltrinelli di Milano, per il Terzo Valico dei Giovi, per il tratto autostradale della Pedemontana Lombarda. Questo è anche l’anno in cui abbiamo lavorato per l’Expo e siamo stati coinvolti nell’opera record di gettata: il City Life di Milano.

 

 

 

Due anni fa abbiamo acceso importanti collaborazioni per la costruzione della rete metropolitana di Milano con Metro 4 ed abbiamo partecipato alla costruzione dello Scalo Milano e del parcheggio della Stazione di Verona, infine abbiamo eseguito il trasporto e pompaggio di cls anche per una grande opera marittima: i Cassoni di Vado Ligure e del Porto di Genova, opera elogiata da vari giornali per la sua complessità.

 

 

 

La nostra storia e la nostra esperienza, guadagnate a suon di ore di lavoro, insieme ai nostri valori quali tenacia, costanza ed onestà ci hanno resi leader nel settore del Trasporto e Pompaggio Calcestruzzo in Italia vantando un cospicuo numero di AutoBetoniere, AutoPompe ed AutoBetonPompe.

Insomma, sono passati 40 anni da quando abbiamo iniziato l’attività e da quando il parco mezzi era composto da sole 2 Pompe carrate. Oggi il nostro equipaggiamento è cresciuto in linea con la moltitudine di lavori contemporanei, fino ad arrivare a 44 AutoBetoniere, 33 Pompe Autocarrate per cls, 20 BetonPompe. Anche i punti di presenza sul territorio sono aumentati: oggi contiamo almeno 3 sedi principali, magazzini ricambi e magazzini pneumatici oltre ad Officine Stabili ed Officine Mobili.

Siamo fieri di semplificare la vita a tante persone: un gesto semplice come usare una metropolitana o un treno, imboccare un’autostrada o parcheggiare talvolta è possibile anche un po’ grazie a noi, che rinnoviamo ogni giorno il piacere di partecipare a Grandi Opere del nostro Bel Paese, utilizzando valenti mezzi meccanici.

By |2018-05-23T16:14:28+00:00dicembre 18th, 2017|Blog - Editoriale|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment