Il settore edilizio negli ultimi anni sta assumendo una nuova trasformazione: il noleggio.
Noi del Gruppo da tempo abbiamo adottato la formula del noleggio a caldo per le nostre betoniere e le nostre autobetonpompe, infatti qualche tempo fa vi abbiamo già parlato del noleggio spiegandovi in breve che cos’è e come funziona.

Da quell’articolo ad oggi sono state molte le ricerche e le statistiche relative al tema. L’ERA Market Report 2017, ad esempio, ha rilevato una crescita nel settore del noleggio di attrezzature nei maggiori Paesi Europei. Il settore nel 2016 ha registrato una crescita annuale del 3,1% rispetto al 2015. Gli investimenti nel noleggio di attrezzature sono aumentati del 2,6% dal 2016 al 2017 e si stima che ci sarà nel 2018 un ulteriore crescita del 2,8% rispetto al 2017.

Ma quando l’idea del noleggio in Italia è diventato uno dei primi business edilizi?

La rete italiana del noleggio si è iniziata a sviluppare a partire dal 2014, un anno che segna la fine del lungo periodo di crisi iniziato nel 2008.  La formula del noleggio è partita presso le strutture di vendita che in alcuni casi si sono trasformate in esclusive attività orientate al noleggio.

AutoPompe calcestruzzoQuante sono le aziende che hanno investito in questo settore?

Le aziende che offrono il servizio di noleggio in Italia sono circa 4800, c’è però una dovuta divisione da fare quando si parla di noleggio: noleggio a freddo e noleggio a caldo. Il noleggio a freddo è quello più diffuso e si tratta dell’esclusivo noleggio dei mezzi o attrezzature senza operatore. Circa 1500 imprese noleggiano per i lavori edili, di queste 800 decidono di utilizzare l’altra formula di noleggio quella a caldo che garantisce non solo il nolo dei mezzi ma anche quello di un operatore specializzato. Se si vuole dividere in percentuali la presenza di tali imprese sul territorio italiano i dati sono i seguenti: il 24% delle imprese si trova localizzato nel Nord Ovest (14% in Lombardia), il 18% nel Nord Est, il 24% nel Centro e il restante 34% nel Sud e nelle Isole.

Il noleggio è vantaggioso per il nostro sistema economico?

Il noleggio ha incrementato significativamente il suo peso sull’aspetto economico arrivando a valere in millesimi lo 0,87 del Pil. Un valore destinato a crescere: dallo 0,9 del 2012 all’1,14 atteso per il 2018. Un dato schizzato così in alto grazie al giro d’affari legati alle fiere edilizie italiane.

E’ un settore destinato a crescere?

Il noleggio è visto come un’ottima fonte di guadagno per il settore edilizio, e a parlare ancora una volta sono i numeri: complessivamente il settore ha prodotto un giro d’affari di circa 1,5 miliardi di euro nel 2017, con una crescita proiettata a 1,56 miliardi nel 2018. Inoltre il noleggio è sicuramente una attività in crescita dato che, rispetto al 2016, si contano quasi cento aziende in più nel settore. I dati relativi all’Osservatorio Assodimi/Assonolo, vedono nel noleggio  di macchine e attrezzature in Italia  una potenzialità di crescita del 3,2%.

Tutto ciò dimostra quanto il noleggio sia una formula redditizia per il settore edilizio in Italia e quanto abbia ottimi margini di sviluppo per i successivi anni. Si parla infatti, quasi in chiave futuristica, di una nuova fase edilizia chiamata Edilizia 4.0 che abbia come slogan “noleggio, dunque sono”.

Arrivederci alla prossima settimana con un nuovo articolo!