In un clima di attesa e speranza per il nostro paese Genova lancia un bellissimo messaggio con le luci del nostro tricolore sul nuovo Ponte per Genova, attulamente in fase di realizzazione.

Il cantiere Per Genova resta attivo e ancora una volta ci dà buone notizie: è stata varata l’ultima maxi-campata da 100 metri che ha portato il nuovo ponte di Genova a scavalcare la ferrovia.

Si tratta di risultati strepitosi, in poco più di un mese l’infrastruttura progettata da Renzo Piano ha raggiunto circa 800 metri di lunghezza delle campate, quasi l’80% dell’intera struttura, per 6.000 tonnellate d’acciaio lavorato e modellato negli stabilimenti di Fincantieri. Attualmente sono in quota circa 800 metri sui 1067 complessivi del nuovo viadotto, dunque la conlcusione dei lavori resta fissata entro il 21 giugno di quest’anno.

Le operazioni per portare in quota quest’ultima imponente campata del peso di 1.800 tonnellate a oltre 40 metri di altezza sono iniziate sabato 21 marzo ed hanno richiesto un lavoro di squadra di 50 persone in  circa 48 ore. L’operazione di sollevamento della maxi-campata, come per la precedente, sono state realizzate dai tecnici esperti di PerGenova, la società costituita da Fincantieri Infrastructure e Salini Impregilo per la ricostruzione del viadotto sul Polcevera.

In parallelo, mentre si pianifica il completamento della nuova attività in quota, Salini Impregilo sta già organizzando le complesse operazioni per la preparazione della soletta del ponte. Si tratta di un pompaggio di circa 8.000mc di calcestruzzo che saranno lavorati in contemporanea, dalle estremità del viadotto verso il suo centro, a getto continuo 24 ore su 24 in circa 7-8 giorni. Una gestione accuratamente pianificata anche a livello logistico e che vedrà coinvolto in prima linea il Gruppo Migliaccio per queste lavorazioni.

Una volta terminata la soletta si procederà con l’allestimento finale della piattaforma stradale e di tutte le opere a corredo dell’infrastruttura e della sicurezza del suo esercizio. Il cantiere PerGenova è considerato un modello fast track e proprio grazie a questo tipo di organizzazione è stato possibile avviare la prima fondazione il 24 giugno 2019 ed eseguire in pochi mesi le sottofondazioni, le fondazioni e le elevazioni, con una media di circa 3 pile al mese.

Orgogliosi di essere stati gli unici a prestare servizio di pompaggio calcestruzzo sul cantiere del nuovo Ponte PerGenova, vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!