Il progetto CityLife volgerà al termine entro giugno 2023, sciolto l’ultimo dubbio sull’ipotetico quarto grattacielo che avrebbe completato la triade. Non si tratterà di un vero e proprio grattacielo, ma nascerà una struttura che ferà quasi da porta d’entrata alle Torri già esistenti.

La struttura presenterà due edifici di diversa altezza uniti da una copertura a portico, così da creare come anticipato, il portale d’accesso all’area di CityLife, una sorta di cornice per i tre grattacieli Isozaki, Hadid e Libeskind. Il progetto è stato presentato a metà novembre da Generali e messo a punto dallo studio BIG – Bjarke Ingels Group. E’ prevista oltre alla realizzazione della porta monumentale sorretta da due edifici, anche uno spazio pubblico coperto e vivibile, inserito in un contesto di ampie aree verdi.

I due edifici saranno destinati a uffici con una superficie di 53.500mq e soffitti alti 3 metri per consentire l’accesso di una grande quantità di luce naturale. La facciata continua del portico, che sarà coperto da pannelli fotovotaici, si affaccerà sulla città e su due cortili privati. Nella parte più alta, gli edifici saranno completati da terrazze a cascata adibite a spazi polifunzionali con uno spettacolare panorama.

Il progetto è stato realizzato dall’architetto danese Bjarke Ingels che in un’intervista ha dichiarato di essersi ispirato alle porte d’accesso di Milano che segnano l’ingresso in spazi aperti come quella in piazza Piemonte, in piazza Duomo. La scelta è stata quella di optare per due edifici simili, ma non gemelli, che non competessero in altezza con le tre torri, ma piuttosto creassero un dialogo.

Entro la metà del 2020 sarà stilato il progetto definitivo così da poter partire con i lavori ad inizio 2021, inoltre l’opera andrà in parallelo con la costruzione dell’ultimo lotto residenziale di CityLife su via Spinola. Il costo di questo progetto considerato un prototipo in Europa, più vicino all’arte che alla tecnica, più all’ispirazione che all’architettura, sarà sopra i 100 milioni di euro.

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!