Lo scorso sabato è stato l’ultimo giorno utile per poter viaggiare dall’aeroporto di Linate, infatti questo resterà chiuso dal 27 luglio al 27 ottobre per opere di restyling. Si tratta ovviamente di una grande Opera che provocherà nel mentre una riorganizzazione generale del traffico aereo milanese, infatti nell’assenza momentanea di Linate l’intero traffico aereo è stato spostato presso l’aeroporto di Malpensa L’ultimo aereo da Linate è decollato alle 22:39 mentre il primo volo da Malpensa è partito alle 6:39.

A scoccare della mezzanotte l’aeroporto di Linate è stato completamente svuotato, deviati anche i cobus, gli autobus che trasportano i passeggeri sulle piste, partiranno con un trasporto speciale che percorrerà la tangenziale est, l’A4 e raggiungeranno l’area Cargo City di Malpensa. Non ci saranno disagi stradali dato che il tratto di autostrada non sarà chiuso al traffico, i mezzi trasferiti a Malpensa sono circa 300, tra cobus e mezzi come carrelli, scalette e generatori, che saranno spostati in due tranche a partire già da questa sera. Per quanto riguarda il personale, sono circa 3000 le persone tra dipendenti Sea, operativi, personale di negozi e compagnie aeree che riprenderanno a lavorare nell’aeroporto di Varese.

Il primo degli interventi già in corso d’opera è il rifacimento della pista di decollo e di atteraggio di Linate, sulla pista di decollo e atterraggio, lunga 2,4km e larga 60m, e quella di rullaggio, verrà completamente rifatto il manto, per uno spessore totale di circa 60cm, e verranno sostituite le testate in calcestruzzo con altre testate in cemento. In contemporanea partiranno anche i lavori di restyling dell’area imbarchi e dell’impianto BHS che riceve le valigie e le prepara per l’imbarco nelle stive degli aerei con sistemi di ultima generazione permettendo controlli più accurati delle valigie così da aumentare i livelli di sicurezza ma accorciando i tempi di controllo e smistamento.

Inoltre verrà ampliata l’offerta commerciale dell’aeroporto con nuovi negozi e punti ristoro e zone relax. Linate avrà la sua esclusività grazie ad un elemento architettonico molto distintivo che creerà un effetto luminoso e moderno, il tutto però sarà completato solo nel 2021. Dal 27 luglio al 27 ottobre è stato già predisposto un piano di potenziamento dei mezzi di trasporto da parte di Trenord che intensificherà le tratte ferroviarie tra Milano e Malpensa con il raddoppio di tutti i convogli da e per Milano Centrale e Milano Cadorna. Per chi preferisce viaggiare in auto sarà possibile raggiungere Malpensa in auto sono disponibili due vie differenti ovvero l’autostrada A4 e la A8.

Inoltre, a chi prenderà la A4 per raggiungere Malpensa e utilizzerà contestualmente i parcheggi ufficiali dell’aeroporto, verrà rimborsato il 100% del pedaggio autostradale valido ovviamente solo per la tratta Milano – Malpensa. Anche il comune di Milano si è mobilitato ed  in partnership con Sea promuoverà per il periodo di chiusura di Linate il servizio speciale di taxi condiviso per i viaggi point-to-point da e per l’aeroporto di Malpensa, con una tariffa predeterminata pari a 95€ da dividere per il numero di passeggeri fruitori del servizio. Inoltre Sea ha attivato un sito web per avere tutte le informazioni necessarie: si chiama ‘La città che vola‘.

La chiusura di Linate non è una novità, è già accaduto in passato e si tratta di lavori necessari dato che il rifacimento della pista di decollo e atterraggio di Linate è da considerarsi un lavoro di manutenzione straordinaria che viene effettuato obbligatoriamente ogni 15-20 anni per garantire ai passeggeri livelli di sicurezza sempre elevati. La riapertura di Milano Linate è dunque prevista per il 27 ottobre 2019, ma alcuni cantieri rimarranno ancora aperti perché ribadiamo che il percorso di rinnovamento e ampliamento dell’aerostazione continuerà sino al 2021.

Ecco il video dei primi lavori alla pista di Linate

Nell’attesa di nuovi aggiornamenti vi diamo appuntamento alla prossima settimana!