In una fase di emergenza nazionale legata al Coronavirus e nel pieno rispetto delle norme di prevenzione, il cantiere PerGenova non è l’unico cantiere ad essere rimasto attivo sul territorio come grande opera: anche i lavori per la M4 di Milano e quelli per la linea ferroviaria alta velocità Napoli-Bari sono in piena attività.

Salini Impregilo e Astaldi in sicurezza stanno proseguendo le attività nei cantieri della tratta Napoli-Cancello che vedono coinvolte 200 persone al lavoro grazie all’aiuto dei subcontraenti provenienti da numerose regioni d’Italia.

La continuità di cantieri come è questa è stata ritenuta fondamentale trattandosi di opere strategiche per la comunità, inoltre è da sottolineare l’impegno delle due aziende che confermano di applicare nel modo più rigido possibile il protocollo di sicurezza stabilito nei vari decreti legge emanati negli ultimi mesi a causa dell’emergenza Covid-19.

La tratta Napoli-Cancello è stata commissionata dal Gruppo FS Italiana e con la Direzione Lavori di Italferr. Questa prima tratta facente parte della direttrice Napoli-Bari è quella sulla quale si sta lavorando per la realizzazione dei viadotti ferroviari che si snoderanno per circa 4 Km attraversando un centro commerciale, passando nell’area dello stabilimento FCA di Pomigliano e scavalcando importanti arterie stradali con ponti metallici. Sono in corso anche le realizzazioni dei diaframmi della galleria che consentirà la connessione della nuova linea AV con la nuova stazione AV di Napoli Afragola.

La linea Napoli-Bari è un progetto fondamentale per lo sviluppo socio-economico del Sud Italia: con un investimento di 397 milioni di euro si ha l’obiettivo di migliorare la competitività dei trasporti, contribuendo a garantire un sistema di mobilità sostenibile integrato con il resto del Paese e con l’Europa.

La Napoli-Bari è una delle linee ferroviarie altamente strategiche al pari di altre: la Direttissima Roma-Firenze, le più moderne linee tra Milano e Torino e tra Bologna e Firenze ed il Terzo Valico dei Giovi tra Genova e Milano, lavoro nel quale anche il Gruppo Migliaccio ha dato il suo contributo fornendo le sue maestranze.

La Napoli-Bari si inserisce all’interno del corridoio TEN-T, progetto volto al miglioramento della viabilità non solo italiana ma europea. I vantaggi saranno chiari: questa linea permetterà di collegare Roma a Bari in linea diretta in sole 3 ore. Un tangibile passo avanti che consentirà l’integrazione sociale del meridione nel resto del Paese e in Europa con un evidente miglioramento della mobilità viaggiatori e merci.

Nell’attesa di nuovi aggiornamenti vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!