I lavori sulla Strada dei Parchi, tra le uscite Tornimparte e L’Aquila Ovest, sono iniziati ad Agosto ed avanzati a ritmo serrato, in particolare di straordinaria celerità sono state le operazioni che hanno riguardato la carreggiata Est (direzione Teramo) del Viadotto Genzano.

Per smantellare le cinque campate del Viadotto Est è stata scelta la soluzione innovativa dell’abbattimento controllato con microcariche esplosive, già utilizzata con successo all’inizio del mese scorso sulla stessa carreggiata del Viadotto Fornaca, una soluzione che ha permesso di comprimere al massimo i tempi di demolizione e di iniziare quasi immediatamente la ricostruzione.

Attualmente il Viadotto Genzano è stato ripristinato anche nel tratto Est, circa una settimana fa sono state effettuate le operazioni di collaudo e le prove di carico che hanno dato esiti positivi per l’affidabilità della struttura.

Il Viadotto Genzano che era in esercizio dal 1969 è costituito da due strutture indipendenti: il Viadotto Ovest che era stato demolito con mezzi meccanici alla fine del 2019 e ora accoglie il traffico, in entrata e in uscita da L’Aquila, in totale sicurezza dopo una rapida ricostruzione e uno scrupoloso collaudo e il Viadotto Est che ha battuto ogni record grazie alle nuove tecnologie sia nei tempi di demolizione che nei tempi di ricostruzione.

La rete infrastrutturale dell’area aquilana dispone oggi così di un nuovo Viadotto Genzano, con piloni rinforzati in acciaio corten e dissipatori sismici di ultima generazione, si tratta di uno dei primi in Italia ad essere realizzato secondo le Norme Tecniche del 2018.

Vi ringraziamo per la lettura e vi diamo appuntamento ad un prossimo articolo!