Il Palazzo Italia è stato premiato al 34° World Architecture Community Awards per il suo innovativo cemento biodinamico firmato Italcementi. Il padiglione simbolo di Expo 2015, dopo il completamento di alcuni lavori di adattamento funzionale completati a metà 2019 è divenuto sede di Human Technopole.

L’intera superficie esterna di Palazzo Italia è realizzata in cemento “i.active BIODYNAMIC” con TX Active brevettata da Italcementi, è composta da oltre 700 pannelli, tutti diversi tra loro progettati da Styl-Comp.

A contatto con la luce solare, il principio presente nel materiale consente di catturare alcuni agenti inquinanti presenti, contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog. La sua particolare composisione prevede l’utilizzo dell’80% di aggregati riciclati, in parte provenienti dagli scarti della lavorazione del marmo di Carrara, che conferiscono una brillantezza maggiore rispetto ai tradizionali cementi bianchi.

Il Gruppo Migliaccio, ben conosce questa opera per la quale ha schierato 8 pompe, 15 autobetoniere, si è avvalso di produttori leader come la Holcim s.r.l e la Betonrossi S.p.a ed ha collaborato con imprese come la Sarappalti S.p.a eseguendo svariate lavorazioni: dai parcheggi esterni ad alcuni padiglioni interni.

L’architettura di Palazzo Italia, è una metafora di coesione, intesa come forza di attrazione che genera un rinnovato senso di comunità e appartenenza. data dalla caratterista forma che si apre e si allunga verso l’alto come i rami degli alberi per poi terminare in un bagliore di luce dato dal grande tetto di vetro.

Palazzo Italia è stato il simbolo di una grande sfida architettonica e costruttiva tutta italiana, un’opera caratterizzata da sperimentazione e innovazione in termini di design, materiali e tecnologie utilizzate. Si tratta di un edificio “osmotico” che comunica e scambia energia con l’ambiente circostante.

E’ bello condividere un vanto tutto italiano, vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!