Dopo circa due anni di stallo riparte un’altra opera strategica per Genova e per il nostro paese: il Nodo di Genova!

Questa settimana sono ripartiti i lavori relativi al Nodo Ferroviario di Genova. Si prevede il completamento delle opere civili delle Gallerie Colombo, San Tomaso e Polcevera, per un importo dei lavori pari a 120 milioni di euro.

Il potenziamento infrastrutturale del Nodo di Genova garantirà un collegamento diretto con il Terzo Valico per i treni merci in partenza e in arrivo dal porto di Genova permettendo così di separare i flussi di traffico tra treni regionali e treni a lunga percorrenza.

Ph: Salini Impregilo

I lavori avranno una durata di 30 mesi, questo progetto si inserisce in un’opera unificata del 2019 del valore complessivo di 6,9 miliardi di euro. E’ stato già siglato il contratto tra Rfi e Cociv che permette alla Variante di collegare direttamente la nuova tratta ferroviaria alla città piemontese di Novi Ligure e allo scalo merci di San Bovo.

Ph: Salini Impregilo

Inoltre la ferrovia del Terzo Valico, appena operativa, assicurerà il collegamento tra Genova e Milano in 50 minuti. Altre 4 interconnessioni tra Voltri, Genova Parco Campasso, Novi Ligure e Tortona permetteranno di collegare la nuova linea con quelle già esistenti.

Tra Ponte, Terzo Valico e Nodo al lavoro ci sono attualmente più di 5.500 persone, è chiaro quindi che far ripartire queste opere significa garantire all’Italia un futuro sostenibile e pianificare la ripresa del PIL. I settori delle costruzioni e delle infrastrutture si confermano dunque in questa fase un comparto importante e strategico per la nostra Italia.

Nell’attesa di prossimi aggiornamenti, vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!