Cookie

Storia dell’azienda

>Storia dell’azienda
Storia dell’azienda2017-12-15T16:20:49+00:00

Alla fine dei fiorenti anni settanta nel settore dell’Edilizia e delle Costruzioni nasce il Gruppo Migliaccio.
Il primo lavoro eseguito dal gruppo fu il Pompaggio di calcestruzzo per la costruzione del Centro Direzionale di Napoli.

Un vero trionfo per l’epoca, con sole due pompe carrate da 24 metri, realtà completamente diversa da quella attuale dal momento che oggi il Gruppo possiede oltre 100 mezzi.

Il motivo per il quale oggi il Gruppo Migliaccio è leader nel settore del Trasporto e Pompaggio Calcestruzzo in Italia e vanta un cospicuo numero di AutoBetoniere per il Trasporto del Calcestruzzo, AutoPompe per il Pompaggio del Calcestruzzo ed AutoBetonPompe per il Trasporto e Pompaggio combinato ed altro, è l’aver investito costantemente in tecnologie sempre più all’avanguardia, indispensabili alla realizzazione di Grandi Opere.

 

Ecco  alcune Grandi Opere realizzate  con successo dal Gruppo:

  • Centro Direzionale di Napoli
  • Linea Tram rapida Napoli
  • Cavet Bo-Fi
  • Cavet Bo-Mi
  • Cavet To-Mi
  • Tav: nuova stazione ferroviaria di Bologna
  • Tav Roma Napoli
  • Centrale elettrica La Spezia
  • Ponte sul Po
  • Tribunale e Polo Fieristico di Rimini

 

La sede principale del Gruppo Migliaccio è a Bologna; i più importanti punti di presenza sono  altri diffusi su tutto il territorio italiano. le maggiori sedi sono a Milano, Genova, La Spezia, Napoli.

Ad oggi il Gruppo dispone di Capannoni, Officine Stabili e Mobili, Magazzini Ricambi, Magazzini Pneumatici, il tutto concepito con il fine ultimo di garantire sempre una rapida disponibilità di tutti gli automezzi al massimo dell’efficienza.

I partners commerciali, talvolta multinazionli, sono i principali produttori e distributori di calcestruzzo nonchè le più importanti imprese di costruzioni.

Grazie ai 40 anni di esperienza, alle maestranze, al personale dipendente altamente specializzato e alla varietà di mezzi di ciascuna sede,  il Gruppo è in grado di fronteggiare le situazioni più critiche: avversità climatiche, pavimentazioni impervie, spazi ridotti.