Il crescente aumento della popolazione ha fatto sì che il mondo delle costruzioni cambiasse approccio, costruendo in altezza. I grattacieli saranno dunque la soluzione abitativa del futuro. L’azienda Emporis, società di data mining fondata nel 2000 da Michael Wutze con sede ad Amburgo, si occupa di raccogliere dati sugli edifici di tutto il mondo, in particolare grattacieli ed altre strutture di grande altezza ed ha recentemente stilato una classifica con i 10 grattacieli attualmente in costruzione pronti a diventare i più alti del mondo futuro.

Alcuni dei grattacieli più alti a confronto - fonte Emporis

La Emporis ha paragonato in questa classifica edifici e grattacieli già esistenti con proiezioni di alcuni che saranno ultimati nel 2020. Dalla classifica si evince chiaramente come la Cina, che non possiede il grattacielo più alto, abbia comunque il maggior numero di grattacieli della classifica: 7 su 10 per l’esattezza.

Ad oggi il primato del grattacielo più alto del mondo appartiene al Burj Khalifa di Dubai che vanta un’altezza di almeno 828 m, ma che è destinata ad essere superata di oltre 100 metri nel 2020.

Infatti nel 2020 il più alto grattacielo del mondo sarà la Jeddah Tower o Kingdom Tower, in Arabia Saudita, progettata dagli architetti Adrian Smith e Gordon Gill per raggiungere il record di 1.000 metri d’altezza, pompare calcestruzzo per un grattacielo di tale portata sarà di certo un’impresa mai sfiorata fino ad ora!

L’edificio sarà dotato di 59 ascensori e 12 scale mobili, inoltre avrà il ponte di osservazione più alto del mondo. Per motivi di sicurezza si è deciso di dividere il percorso degli ascensori in due tratte da 500 metri ciascuna. La superficie che occuperà la Jeddah Tower sarà in totale di 3.530.316 mq, per la sua alimentazione elettrica sarà impiegato un sistema futuristico a energia eolica, a riprova che l’aspetto green è fondamentale per edifici di tale portata.

Il grattacielo Kingdom Tower sarà inoltre dotato di un involucro ad alte prestazioni denominato “shadowbox” ed in grado di consentire il massimo isolamento termico tra interno ed esterno, eliminando così il problema degli sbalzi di temperatura. Le superfici vetrate saranno tutte basso emissive per ridurre il guadagno solare, inoltre sarà installato un sistema connesso alle facciate che permetterà di eliminare umidità e condensa. Una serie di rientranze del grattacielo sarà attrezzata a skygarden così da creare spazi d’ombra sulla facciata innescando un naturale refrigeramento. Infine il Kingdom Tower sarà dotato di un sistema di recupero delle acque grigie alimentato da energia pulita e rinnovabile. In totale la struttura costerà circa 1,23 miliardi di dollari.

Se tutto ciò non vi sembra abbastanza, continuando a leggere resterete sbalorditi!

Foto: Kohn Pedersen Fox Associates

Nel 2045 sarà realizzato il progetto Next Tokyo che vede la costruzione di un grattacielo ad oggi inimmaginabile e che super di gran lunga anche la Kingdom Tower. Tale grattacielo prenderà il nome Sky Mile Tower è raggiungerà l’altezza di 1.700 metri, ovvero quasi il doppio del Burj Kalifa di Dubai. Il progetto è stato presentato dagli architetti Kohn Pedersen Fox e dall’ingegnere Leslie E. Robertson.

E’ stata scelta la forma esagonale per garantire robustezza in caso di raffiche di vento, inoltre il grattacielo sarà circondato da una catena di isole per attenuare la potenza di eventuali tzunami. In questo modo sarà considerato non solo il grattacielo più alto del mondo ma anche quello più sicuro in grado fronteggiare ogni tipo di calamità naturale.

Foto: FocusGiappone

 

 

 

 

La Sky Mile Tower ospiterà appartamenti, hotel, biblioteche e studi medici, contando una capienza di circa mezzo milione di persone, che potranno spostarsi con ascensori che si muovono in orizzontale, oltre che in verticale, per poter arrivare agevolmente da un lato all’altro dell’edificio.

Ovviamente anche per questo grattacielo è stato adottato il massimo concetto del “green”: la facciata del grattacielo sarà in grado di raccogliere l’acqua nell’atmosfera e non solo, filtrarla e poi distribuirla così da evitare ogni spreco. L’impianto di riscaldamento distribuirà in modo efficace il calore in eccesso tra i vari ambienti limitando così gli sprechi, inoltre l’acqua di mare permetterà di coltivare alghe, utilizzate come fonte di energia rinnovabile.

Si tratta di un grattacielo straordinario che ci catapulta nel futuro, un concept delle costruzioni mai visto, in grado di portare in “alto” in senso non solo metaforico il mondo delle costruzioni, un pompaggio di cls che sfaterà ogni record dunque esistente e in corso.

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!