Per la Stazione Duomo di Napoli è tutto pronto!

Inaugurata al pubblico venerdì 6 agosto 2021 la Stazione Duomo della linea 1, si tratta di un’altra stazione dell’arte che per la sua bellezza potrebbe spodestare anche la famosa Stazione di Toledo. I treni della metropolitana partenopea potranno quindi sostare nella nuova stazione e si aggiunge finalmente un’altro tassello importante e nevralgico per la città di Napoli.

L’Anm, Azienda Napoletana Mobilità, si è preparata a tale inaugurazione con lo stop anticipato dei treni nei giorni precedenti all’inaugurazione, garantendo così le attività di formazione del personale per l’imminente apertura della stazione.

Nonostante l’inaugurazione, resterà ancora molto da fare in termini di lavorazioni: il progetto originale dell’archistar Fuksas prevede una grande cupola trasparente su Piazza Nicola Amore, all’inizio di via Duomo. Attualmente il comune è in attesa di fondi per ultimare quest’opera. La cupola sarà un elemento strutturale particolarissimo realizzato in acciaio corten+vetro e coprirà tutta la stazione. Sarà proprio questo il fiore all’occhiello che renderà unica la Stazione di Duomo consacrandola molto probabilmnte nell’olimpo delle stazioni metropolitane più belle al mondo.

I continui ritardi sull’apertura sono stati dovuti in particolare al ritrovamento inaspettato di un Tempio Romano a soli 8 metri dal livello della piazza. In quest’area è stato infatti rinvenuto un complesso monumentale di Giochi olimpici realizzato in onore dell’imperatore Augusto, su modello dei giochi di Olimpia, composto da un tempio ed un portico con strutture annesse, nonché resti delle mura di fortificazione della città tra via Duomo e via Filangieri, nel progetto finale dovrà essere visibile dalla cupola creando uno scenario mozzafiato. Inoltre entrando nella stazione Duomo si potrà vivere un’esperienza particolare grazie ad una serie di luci che cambieranno colore seguendo la luce naturale dall’alba al tramonto, fino alla notte.

Festeggiare una metro arte è importante quanto conservala, per questo il Comune di Napoli mentre si è preparato all’inaugurazione della nuova stazione non ha però dimenticato quelle esistenti.
Infatti inizia la seconda fase del programma di tutela e valorizzazione delle Stazioni dell’Arte che coinvolge Comune di Napoli, ANM e Accademia di Belle Arti: sono attualmente cinque le nuove opere sottoposte a restauro, collocate negli spazi esterni delle Stazioni Salvator Rosa e Materdei.

In attesa di prossime novità vi diamo appuntamento ad un nuovo articolo!