Il Terzo Valico rientra tra le opere strategiche di interesse nazionale, su cui vige la sorveglianza generale sull’esecuzione dei lavori e l’impatto sull’ambiente che viene effettuata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e dalle Regioni interessate dal tracciato, nello specifico Liguria e Piemonte.

Attualmente lo scavo del Terzo Valico dei Giovi ha superato il 40% su progetto, numeri importanti per un’opera che ridisegnerà i collegamenti con Geova. Infatti si tratta di una linea ferroviaria ad alta velocità tra Genova e Milano e non solo poichè il Terzo Valico dei Giovi rappresenterà una grande opportunità per lo sviluppo economico dell’area e favorirà il flusso di persone e merci tra il nord Italia e il resto dell’Europa.

La tratta coprirà un totale di 53km, di cui 36km in galleria, attraverserà 14 comuni delle province di Genova e Alessandria, nonché le regioni della Liguria e del Piemonte. Per il 40% dell’opera sono stati impiegati 5000 lavoratori per i 36km di tunnel scavati su un totale di 84km, inoltre i lavoratori hanno completato l’accesso al tunnel principale e relative camere di innesto. Attualmente invece si sta scavando a pieno ritmo lungo la linea principale e il collegamento con la linea ferroviaria di Genova.

Una volta completato il progetto, la galleria principale, conosciuta come la Galleria di Valico, a 27km sarà la più lunga in Italia e la nona al mondo pemettendo così di creare un collegamento tra Genova e Milano in 50 minuti dimmezzando quasi i tempi attuali, e tra Genova e Venezia in sole 3 ore e 5 minuti.

Tali numeri rendono il Terzo Valico dei Giovi un progetto prioritario per l’Unione Europea nell’ambito della rete transeuropea di trasporto (TEN-T), ricordiamo che noi del Gruppo Migliaccio collabora attivamente in questa opera fornendo le proprie maestranze e i propri mezzi.

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un nuovo articolo!